Monsignor Galantino: a Repubblica, con migranti “non si è avuto il coraggio di creare canali umanitari”

“La partenza di migranti in fuga da situazioni drammatiche avviene sempre più in situazione di insicurezza, attraverso trafficanti senza scrupoli, al punto tale da rendere difficile ogni soccorso soprattutto in acque libiche non presidiate dalle operazioni di salvataggio delle navi europee”, così monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, in un’intervista pubblicata oggi dal quotidiano “la Repubblica”. “Quelle morti sono uno schiaffo alla democrazia europea, incapace di salvaguardare e proteggere persone in fuga da situazioni create anche dalla politica estera e da scelte economiche europee – ha proseguito mons. Galantino -. Purtroppo, non si è avuto il coraggio di creare ‘canali umanitari’ – previsti dal diritto internazionale – verso i Paesi disponibili all’accoglienza, per favorire partenze in sicurezza ed evitare violenze, sfruttamento e morti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori