Gottardo: Schneider-Ammann (Presidente confederale), “una galleria per avvicinare Svizzera ed Europa”

Tutto come da programma. L’inaugurazione della galleria del Gottardo, in Svizzera, la più lunga del mondo con i suoi 57 chilometri, ha raccolto una decina di capi di Stato e di governo europei, tra cui la cancelliera tedesca Merkel, il presidente francese Hollande, il premier italiano Renzi. Il presidente confederale elvetico, Johann Schneider-Ammann, al taglio del nastro avvenuto nel pomeriggio, ha tra l’altro affermato. “Abbiamo dato un nuovo volto al mito del San Gottardo, e questo ci riempie di gioia”. “Questa opera ha molti padri e molte madri, e molti sono qui oggi: a tutti voi va il nostro ringraziamento, soprattutto agli operai e ai minatori. Nove persone hanno perso la loro vita e vogliamo commemorarli”. Quindi una sottolineatura politica: “La galleria è costata 11 miliardi di euro, per 17 anni di costruzione. È stata realizzata sia per la Svizzera che per l’Europa. La sua apertura arriva al momento giusto, a rinsaldare i rapporti tra Svizzera e Europa, in un momento in cui questi devono essere chiariti”. “Noi vogliamo esprimere la nostra amicizia: voi capi di Stato presenti rimanete i nostri partner principali”. I primi a percorrere in treno la doppia galleria di base del Gottardo sono stati mille cittadini svizzeri rappresentanti della popolazione estratti a sorte fra 160mila che si erano iscritti al sorteggio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori