Anziani: Sant’Egidio, estate 2016 avrà picchi di calore. 14 consigli per difendersi dal caldo estivo

14 consigli per proteggere gli anziani dal caldo estivo. Vengono elencati al capitolo “prevenzione” nella nuova Guida on line “Come rimanere a casa propria da anziani” presentata oggi dalla Comunità di Sant’Egidio, accessibile al sito www.ilcome.it/roma. Secondo le previsioni dei meteorologi – ha detto questa mattina Marco Impagliazzo, presidente della Sant’Egidio, presentando alla stampa la guida – questa estate avrà forti ondate di calore e i volontari della Sant’Egidio, attivi dal 2004 con il programma “Viva gli anziani”, sono già pronti ad intervenire su Roma con un’opera di prevenzione. A partire da un “monitoraggio supplementare” sugli anziani che vivono a casa il giorno successivo al lancio del bollettino arancione: in caso di non risposta all’operatore, si attiverà immediatamente un servizio  “porta a porta” a casa dell’anziano. I volontari sono poi pronti al monitoraggio anche presso gli anziani ospiti negli istituti per verificarne lo stato di salute, il grado di sofferenza del calore e lo stato di disidratazione. Le regole di base per chi vive in casa: arieggiare l’appartamento il più possibile; utilizzare un climatizzatore d’aria e se si usa un ventilatore, posizionarlo in alto; uscire di casa solo al mattino presto e dopo il tramonto; usare vestiti comodi e leggeri; coprirsi il capo e proteggere gli occhi con occhiali da sole. Nella guida ci sono consigli anche per l’alimentazione: bere molta acqua, anche se non si ha sete; evitare alcolici, caffè e bevande gassate; evitare bevande troppo calde o troppo fredde; fare pasti leggeri e frequenti; mangiare frutta e verdura anche sotto forma di frullati e centrifughe.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori