Parrocchie aperte: p. Bassanelli (Mci Germania e Scandinavia), “facciamo di tutto per essere reperibili e pronti all’ascolto”

“La realizzazione delle intenzioni contenute nelle parole del Papa è auspicabile, anche se rimangono difficoltà oggettive”. A dirlo è il delegato nazionale delle Missioni cattoliche Italiane in Germania e Scandinavia, padre Tobia Bassanelli, commentando l’invito di Francesco a non guardare gli orari nell’apertura delle chiese. Una “disponibilità sempre presente” quella dei missionari che seguono la comunità italiana: “Il missionario è sempre disponibile ad ascoltare chi è nel bisogno. Le difficoltà oggettive sono soprattutto dovute al fatto che noi missionari spesso, negli ultimi anni, copriamo territori vasti dove sono presenti le nostre comunità e non riusciamo sempre a rispondere anche se facciamo di tutto per essere reperibili e pronti all’ascolto”. Per padre Bassanelli, l’impegno del sacerdote è anche quello di “uscire” ed essere presente dove ci sono fedeli che “chiamano per esigenze particolari”, come nel caso di persone ammalate o famiglie con “particolari esigenze”. L’impegno pastorale, quindi, “non sempre si traduce” in una presenza nella struttura parrocchiale o della Missione cattolica, spiega ancora il delegato delle Mci in Germania, evidenziando anche la difficolta di avere laici disponibili. In Germania, le Missioni cattoliche italiane sono 83 seguite da 74 missionari.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori