Parrocchie aperte: don Palmieri (Chieti scalo), “esortazione a non aver paura di delegare”

“Uno stimolo a fare sempre meglio”. Così don Mauro Palmieri, parroco della parrocchia di san Pio X a Chieti scalo accoglie le parole di Papa Francesco pronunciate ieri durante l’omelia della messa per il Giubileo dei diaconi: “A me fa male al cuore quando vedo un orario, nelle parrocchie: ‘Dalla tal ora alla tal ora”. E poi? Non c’è porta aperta, non c’è prete, non c’è diacono, non c’è laico che riceva la gente…” “Le nostre parrocchie – dice don Palmieri – sono una sorta di catena di montaggio, aperte per lunga parte della giornata, per colloqui, confessioni, attività pastorali”. Quanto affermato dal Pontefice è anche un’esortazione alla collaborazione con accoliti, catechisti, laici impegnati per essere sempre pronti al servizio, andare oltre gli orari. Un invito a non aver paura di delegare. Credo che siano davvero tante le parrocchie o le chiese locali che vivano questa maturità nel servizio. Non ci sono orari nella pastorale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa