Santa Sede: accordo-quadro con Repubblica democratica del Congo su rapporti reciproci

Un accordo-quadro tra la Santa Sede e la Repubblica democratica del Congo su materie di comune interesse. A sottoscriverlo questa mattina nel Palazzo apostolico in Vaticano sono stati, per la Santa Sede monsignor Paul Richard Gallagher, segretario per i rapporti con gli Stati, e per la Repubblica democratica del Congo Raymond Tshibanda N’Tungamulongo, ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale. Lo riferisce una nota della Sala Stampa vaticana. L’accordo-quadro consiste di un preambolo e di 21 articoli. Esso, prendendo atto della rispettiva indipendenza e autonomia della Chiesa e dello Stato e delle loro buone relazioni, fissa il quadro giuridico dei reciproci rapporti. In particolare, si legge nella nota, “il documento sancisce la posizione giuridica della Chiesa cattolica nell’ambito civile e la sua libertà nell’attività apostolica e nella regolazione delle materie di propria competenza. Vengono, inoltre, disciplinati vari ambiti, tra cui le istituzioni cattoliche di educazione, l’insegnamento della religione nelle scuole, l’attività assistenziale-caritativa della Chiesa, la cura pastorale nelle Forze armate e nelle istituzioni penitenziarie ed ospedaliere, il regime patrimoniale e fiscale, l’ottenimento dei visti d’ingresso e dei permessi di soggiorno per il personale religioso”. L’accordo-quadro prevede intese applicative tra la Conferenza episcopale e lo Stato su alcune materie di comune interesse ed entrerà in vigore con lo scambio degli strumenti di ratifica.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa