Diocesi: Terni, lunedì 23 il Giubileo per i detenuti della casa circondariale di Vocabolo Sabbione

Con la celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo di Terni-Narni-Amelia, monsignor Giuseppe Piemontese, i detenuti della casa circondariale di Vocabolo Sabbione a Terni vivranno, lunedì 23 maggio, il loro Giubileo della misericordia. La funzione liturgica – concelebrata dal cappellano dell’istituto, padre Rino Morelli, e da altri sacerdoti – si svolgerà nel grande spazio del campo sportivo “per permettere – si legge in una nota – a tutti i detenuti che lo vorranno di partecipare, unitamente a volontari e operatori penitenziari”. Nell’occasione sarà possibile ricevere anche il sacramento della Riconciliazione con sacerdoti a disposizione per le confessioni. “Il Giubileo della misericordia è per tutti una ‘amnistia spirituale’ – afferma monsignor Piemontese – un grande momento di uguaglianza per gli uomini che sono tutti peccatori, perché tutti sbagliano, ma che hanno la possibilità di ricominciare la loro vita perché Dio non si stanca mai di perdonare”. Lunedì – prosegue la nota – saranno presenti anche il gruppo Rinnovamento nello Spirito Santo e alcuni fedeli della comunità diocesana che hanno espresso il desiderio di attraversare la Porta santa del carcere”. L’appuntamento di lunedì si inserisce nel percorso giubilare avviato all’interno della casa circondariale il 13 dicembre scorso quando una rappresentanza di detenuti e di operatori penitenziari partecipò all’apertura della Porta santa della cattedrale. Il giorno seguente monsignor Piemontese si recò in carcere per incontrare le persone detenute e aprire la Porta santa della cappella del penitenziario. “Il cammino giubilare – conclude la nota – culminerà il prossimo 6 novembre con la partecipazione al Giubileo dei detenuti per la messa presieduta dal Santo Padre”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa