Migranti e sanità: Bari, assistenza a oltre 150 persone nel Centro San Giuseppe Moscati

Più di trenta medici, infermieri, volontari, coordinatori e la generosità della gente. È composto così il Centro di ascolto e orientamento sanitario San Giuseppe Moscati, nella parrocchia del Sacro Cuore, nel centro di Bari. Attivo da pochi mesi, l’ambulatorio presta attualmente assistenza a più di 150 migranti in attesa del permesso di soggiorno e per questo impossibilitati all’accesso alla Sanità pubblica. “Il servizio nasce da una riflessione del gruppo Caritas della parrocchia – racconta la coordinatrice del Centro, suor Patrizia De Cesare –. Ci siamo interrogati per dare una risposta a problemi che richiedevano interventi pratici. E così abbiamo deciso di mettere su questo ambulatorio per migranti e per persone senza fissa dimora. A loro diamo assistenza sanitaria e gli aiutiamo a conoscere i propri diritti”. L’assistenza è ad ampio raggio, dai problemi dermatologici a quello dentistici o ginecologici. Ma soprattutto per patologie derivanti da lavori pesanti. E spesso i medici volontari mettono a disposizione la strumentazione specialistica dei propri studi privati. “Oltre al banco farmaceutico – continua suor Patrizia – i medicinali ci arrivano dalla carità della gente. Pomate, medicinali che la Asl non passa. Lavoriamo autonomamente e ci sosteniamo come possiamo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa