Anziani: indagine Auser sugli “over65”. Amano la tv e chiedono più informazione su salute e cultura

Gli anziani si mantengono informati attraverso la televisione e l’86% la guarda tutti i giorni; uno su quattro legge il giornale ogni giorno e il 27% ama la radio. Il 39% dichiara inoltre di aver bisogno di più informazione su temi come salute, attualità, cultura e il 30% è disponibile a partecipare a iniziative per soddisfare il fabbisogno informativo. Sono alcuni dei dati dell’indagine promossa dall’Auser, l’associazione nazionale per l’invecchiamento attivo, relativa ai fabbisogni formativi degli over65 che verranno presentati il 13 ottobre nell’ambito dell’ottava edizione della “Città che apprende”, in programma a Firenze il 13 e 14 ottobre. Nel suggestivo scenario del salone Brunelleschi dell’istituto degli Innocenti, l’Auser terrà l’evento che a cadenza biennale dedica alla cultura e alla educazione degli adulti come strumento di cittadinanza e di integrazione sociale. “Dopo gli appuntamenti di Roma, Bologna, Napoli, Milano, Venezia, Genova e Palermo – si legge nel comunicato stampa – l’edizione di quest’anno dal titolo ‘Conoscere insieme, vivere il cambiamento’ si concentra sui temi legati ai fabbisogni formativi in età adulta e anziana in una società che sempre più invecchia e sempre più velocemente cambia. Il 14 ottobre, inoltre, verrà presentata una seconda ricerca sull’alimentazione degli anziani dal titolo “Pensa a cosa mangi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa