Diocesi: Benevento, al via la XIII edizione di “Cives – Laboratorio di formazione al bene comune” nel segno di “The Economy of Francesco”

“L’economia di Francesco. Costruire nuove esperienze e relazioni economiche”. È questo il tema generale della XIII edizione di “Cives – Laboratorio di formazione al bene comune”, promosso dall’Ufficio per i problemi sociali e il lavoro dell’arcidiocesi di Benevento, in collaborazione con il Centro di cultura “R. Calabria” e l’Università Cattolica del Sacro Cuore. L’attività formativa, rivolta a studenti e persone impegnate, in un’ottica di scambio intergenerazionale, ha preso il via oggi al liceo classico “Pietro Giannone” con l’anteprima di Cives nel corso della quale vengono presentati i risultati dell’indagine che ha coinvolto gli allievi delle scuole superiori di Benevento sull’identità territoriale e terminerà ad aprile 2020. Gli incontri nel complesso saranno tredici a cui si aggiungono i laboratori in cui i partecipanti si confrontano in vista dell’elaborazione di un “pensiero ecologizzante” connesso al contesto sociale, culturale e politico del nostro territorio.
“Con questa edizione di Cives – spiega Ettore Rossi, direttore dell’Ufficio diocesano per i problemi sociali e il lLavoro – intendiamo collegarci all’importante iniziativa lanciata da Papa Francesco che a marzo 2020 ha convocato ad Assisi, nello spirito di S. Francesco, giovani economisti e imprenditori per un patto comune che sia in grado di ri-animare l’economia per centrarla sulla persona e l’ambiente. Abbiamo inteso creare un’occasione di riflessione che aiuti soprattutto i nostri giovani a essere sentinelle del mattino rispetto alla costruzione di nuove relazioni economiche, a partire dagli ambienti in cui sono presenti e in quelli in cui si apprestano a diventare attori della realtà lavorativa ed economica”.
Numerose le questioni che saranno affrontate: dalle prospettive dell’industria 4.0 alla microfinanza; dalle sfide dell’economia civile, all’economia della condivisione; dal grande appuntamento di Assisi che prende ispirazione dalla scelta di povertà di S. Francesco alle dimensioni che caratterizzano le città del ben-vivere; dagli imprenditori che mettono al centro le persone e i territori all’oratorio che aiuta i ragazzi a prendere le decisioni fondamentali della vita; dagli obiettivi di sviluppo sostenibile alle misure della felicità; fino alla giuria popolare che valuterà il sistema economico della provincia di Benevento.
Per comprendere queste questioni cruciali sono stati invitati numerosi studiosi e protagonisti della vita culturale, sociale ed economica del territorio e di rilievo nazionale: Paolo Rizzi, Marco Bentivogli, Luigi Mottola, Giuseppe Marotta, Antonio Mattone, Nello Tuorto, Antonio Campese, Pasquale Orlando, suor Alessandra Smerilli, Matteo Prodi, Danilo Parente, Ivana Pais, Ennio Graziano, Stefania Proietti, mons. Felice Accrocca, Leonardo Becchetti, Marco Lerro, Filiberto Parente, Antonio Autore, Biagio Mataluni, Costantino Boffa, Rosario De Nigris, Mario Iadanza, Giuseppe Dessì, Luciano Canova, Enrico Giovannini.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano