Quotidiano

Reportage dall'Etiopia
In arrivo dai campi profughi 113 persone. Una casa provvisoria e i preparativi ad Addis Abeba

113 storie con tanti elementi in comune ma tutte diverse, come la sofferenza e le speranze nelle loro vite, racchiuse in piccolo bagaglio. Viaggio tra i profughi che nella capitale etiopica si stanno preparando al “trasferimento” sicuro e legale verso l’Italia, grazie ai corridoi umanitari promossi nell’ambito del Protocollo d’intesa con lo Stato italiano, siglato dalla Comunità di Sant’Egidio e dalla Cei, che agisce attraverso Caritas Italiana e Fondazione Migrantes. Arriveranno a Roma-Fiumicino il 27 febbraio.

Libano
Rayfoun: nel centro medico Caritas i rifugiati ritrovano la speranza

Nel centro medico di Caritas Libano a Rayfoun (Beirut) uno staff di medici e infermieri, insieme a volontari, si prende cura di tanti rifugiati siriani, tantissimi i bambini, e libanesi in difficoltà economiche. Curando il corpo i sanitari cercano di ridare anche un po’ di speranza nel futuro. L’impegno di Caritas italiana nel sostenere il progetto. La testimonianza di Fatima, rifugiata di Aleppo.

AFGHANISTAN Padre Scalese: “Dio abbia pietà di questo povero Paese”

Lettere da PyeongChang. Carissima Francesca...
Gionatan De Marco

Francesca Lollobrigida, campionessa di pattinaggio di velocità sul ghiaccio, è la destinataria dell’ultima “Lettera da PyeongChang” del direttore dell’Ufficio Cei per la pastorale del tempo libero, turismo e sport. “Ho deciso di scriverle – spiega don Gionatan in un’intervista al Sir – per lanciarle la sfida di far nascere #joysport”.

Non c’è possibilità di pace senza la preghiera
Enzo Bianchi

Per i credenti di diverse religioni preghiera, digiuno ed elemosina sono esigenze intrinsecamente legate alla loro professione di fede; per tutti i cristiani, poi, sono richieste fatte da Gesù stesso in vista della lotta contro Satana e dell’assiduità con il Signore, e al tempo stesso segno di comunione fraterna.

Sud Sudan e R.D.Congo
Preghiera e digiuno per la pace: risposta
Preghiera e digiuno per la pace: risposta "globale"

Una Giornata di preghiera e digiuno per la pace, in particolare per il Sud Sudan e la Repubblica Democratica del Congo. L’iniziativa è stata lanciata da Papa Francesco durante l’Angelus di domenica 4 febbraio, proponendola anche ai cristiani delle altre Chiese e ai seguaci delle altre religioni, “nelle modalità che riterranno più opportune, ma tutti insieme”. Dal Consiglio mondiale delle Chiese alla Comunione anglicana, ai musulmani della Coreis in Italia: impossibile “stilare” una lista delle iniziative ma la risposta di partecipazione è “positiva e globale”.

SUD SUDAN A Wau ottomila sfollati vivono nel cortile della diocesi di Michele Luppi

Quaresima 2018: quando Dio vuole convertire il mondo, parte dalla periferia
Marco Pozza

Nazareth è il punto d’appoggio invocato da Pitagora per sollevare il mondo, anche il tallone d’Achille di Lucifero per il quale soccomberà. Qualche chilometro oltre, s’erge spattacolare il Tabor, la collina che può vantare un indice di luminosità secondo solamente al sepolcro-vuoto di Gerusalemme. Qui, un giorno, Cristo scorse affaticati i suoi amici a motivo delle gogliardate luride di Satana: “Vi sembra affidabile un Dio siffatto? Svegliatevi, gente!” insinuava dopo che il Cristo, per non mentire, aveva iniziato a parlare di Gerusalemme, di una Croce come forma massima del servizio, di risurrezione. Fiutò i loro cuori in bilico tra l’adorazione per ciò che prospettava loro e la fatica di credere che tutto quello si sarebbe potuto avverare…

Strage a scuola in Florida
La mobilitazione contro le armi dei giovani e della Chiesa
La mobilitazione contro le armi dei giovani e della Chiesa

Durante le interviste e ai funerali abbiamo dato un volto alle loro famiglie, ai compagni di classe miracolosamente salvi, agli insegnanti coraggiosi che li hanno difesi. E questo mentre le domande sull’ennesimo massacro, sul controllo delle armi, sulle vendite prive di garanzie, sulle malattie mentali di tanti dei killer continuano come spine a ferire la coscienza degli Stati Uniti e a sollevare azioni di protesta, inattese, in tutto il Paese.

MIAMI L’arcivescovo: atto di violenza insensata e di male orribile

Medio Oriente
David Grossman: i cristiani siano mediatori tra musulmani ed ebrei

Colloquio a tutto campo con lo scrittore israeliano. “Se i leader israeliani e palestinesi fossero persone intelligenti e coraggiose – dice -forse assisteremmo all’inizio di un processo di pace. Ma ora la situazione è congelata e assistiamo ad atti di ostilità che non accennano a finire”. E ancora: “Le minoranze cristiane presenti in Israele, in Palestina e in molti Paesi arabi testimoniano la grande importanza e il ruolo significativo delle loro comunità in questa area”. Sulla letteratura: “È uno strumento meraviglioso per recuperare il lato umano di cui il conflitto ci ha privati”.

Giovani
Francesco: la Gmg è per coraggiosi! Spalancate le porte della vita!
Francesco: la Gmg è per coraggiosi! Spalancate le porte della vita!

Diffuso il messaggio del Papa per la XXXIII Giornata mondiale della gioventù, che si celebrerà a livello diocesano il 25 marzo. Un ulteriore passo in vista dell’incontro di Panama nel 2019 e, prima, del Sinodo dei vescovi del prossimo ottobre. “Non lasciate – l’invito – che i bagliori della gioventù si spengano nel buio di una stanza chiusa in cui l’unica finestra per guardare il mondo è quella del computer e dello smartphone”.

Affido
Garante: nell'interesse dei minori garantire la continuità degli affetti
Garante: nell'interesse dei minori garantire la continuità degli affetti

Le bambine e i bambini in affidamento familiare hanno diritto alla “continuità degli affetti”. Hanno diritto, in altre parole, a mantenere il legame affettivo con la famiglia affidataria, ove ciò risponda al loro interesse. È quanto stabilisce la legge 173 del 2015, che dà corpo alla previsione dell’articolo 8 della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza di New York. Ma come è stata applicata questa legge dai Tribunali per i minorenni italiani? Quali sono le tendenze e le prospettive della nuova disciplina?

Dopo le ultime aggressioni
Del Core: agire in modo globale e sistemico sugli adulti di riferimento
Del Core: agire in modo globale e sistemico sugli adulti di riferimento

Adulti che gettano la spugna, privi di empatia e autorevolezza, lontani dal mondo dei ragazzi, incapaci di ascoltarne il grido d’aiuto. È anzitutto su di loro che occorre intervenire per prevenire disagio, fragilità e violenza negli adolescenti. Lo sostiene la pedagogista suor Pina Del Core.

VIOLENZA A SCUOLA Nell’educare nessuno è autosufficiente di Ernesto Diaco

SCUOLA Rusconi (Anp): “Ricostruire l’autorevolezza valorizzando il merito dei docenti”

Rapporto 2017
Amnesty International: aumentano odio e paura nel mondo e sul web
Amnesty International: aumentano odio e paura nel mondo e sul web

Dal “muslim ban” voluto da Trump alla “pulizia etnica” contro la popolazione Rohingya in Myanmar passando per il giro di vite in Francia e Polonia nel diritto a manifestare e le fake news alimentate dai politici per manipolare l’opinione pubblica. Questo il quadro offerto da Amnesty International nel Rapporto 2017-2018 sulla situazione dei diritti umani nel mondo. Ma se le violazioni sembrano aumentare, cresce anche l’attivismo digitale con movimenti come #MeToo e “Ni una menos” che denunciano violenze e soprusi.

Caso Embraco a Bruxelles
La giusta sede per decidere su concorrenza e mercato unico
La giusta sede per decidere su concorrenza e mercato unico

Il ministro Calenda ha portato in sede comunitaria la situazione dell’azienda di Riva di Chieri dove sono a rischio 497 posti di lavoro per una delocalizzazione verso la Slovacchia. Un’azione, quella del governo italiano, che chiama giustamente in causa le competenze dell’Unione per evitare che aiuti di Stato illegittimi, sgravi e incentivi fuori dalle norme europee impoveriscano l’area alle porte di Torino.

EMBRACO No all’economia dello scarto di Andra Zaghi

NOSIGLIA La situazione stra precipitando. Il 6 marzo veglia di preghiera

EMBRACO & DINTORNI Flavio Felice: “Scarsa cura della dignità del lavoro” di Alberto Baviera

Rapporto Agcom
Gli italiani sono davvero un popolo informato?
Gli italiani sono davvero un popolo informato?

Troppo spesso la ricerca di informazioni su internet si risolve in una richiesta a Google che, nella migliore delle ipotesi, rimanda a Wikipedia. O in un’occhiata rapida ai post segnalati su Facebook, o agli hashtag di tendenza su Twitter. Se questo è informarsi, poveri noi. E il futuro non sembra radioso se circa un quarto dei minori non si informa o lo fa utilizzando un solo mezzo di informazione, che molto spesso è proprio il web.

Gmg2019
In una settimana oltre 40mila iscritti
In una settimana oltre 40mila iscritti

Manca meno di un anno alla Gmg di Panama (22-27 gennaio 2019). Nel Paese centroamericano fervono i preparativi soprattutto ora che Papa Francesco, domenica 11 febbraio, ha aperto le iscrizioni . Dopo più di una settimana superata la soglia dei 40 mila iscritti suddivisi in circa 1000 gruppi. E si lavora per accogliere oltre mezzo milione di giovani. Con padre João Chagas, responsabile dell’Ufficio giovani del Dicastero per i laici, la famiglia e la vita, abbiamo fatto il punto sull’organizzazione dell’evento.

Processo Cappato: prendersi cura, non agevolare la morte
Maurizio Calipari

La vera questione non è essere liberi da vincoli formali per poter accedere alla morte, ma poter trovare risposte autentiche ai propri bisogni reali! E quando non ce la facciamo da soli, in una comunità, abbiamo diritto di aspettarci aiuto e condivisione da parte degli altri. Questo dovrebbe essere il vero asse portante di una società che si definisca civile: una fattiva solidarietà reciproca (con un’attenzione maggiore verso i soggetti più fragili), fondata sul riconoscimento di ciascuna persona vivente come parte del bene comune, oltre che come bene in se stessa. Perciò, chi pensa di essere un paladino della libertà aiutando qualcuno a procurarsi la morte, dimentica completamente che quella persona nella sofferenza vale molto più della sua libertà di morire; essa, infatti, è anche un bene per la comunità intera. E la comunità ha il dovere inderogabile di prendersene cura, nella misura delle sue effettive necessità, non di liberarsene agevolandone la morte. È questo il senso più profondo che soggiace all’attuale art. 580 del Codice penale. Dovrebbero ricordarlo anche i giudici che ne hanno messo in dubbio la legittimità costituzionale. Speriamo almeno che se ne ricordi la Consulta. È chiaro, quindi, che non si tratta solo di attendere una mera sentenza giuridica; al contrario, la posta in gioco è molto più alta: che tipo di società e di relazioni umane vogliamo costruire e vivere?

Capitale europea della cultura
Il contributo della comunità ecclesiale a Matera2019
Il contributo della comunità ecclesiale a Matera2019

Dallo splendore delle cattedrali a quello dei santuari, dal patrimonio delle confraternite alle ricche tradizioni popolari della Basilicata. Il progetto elaborato dall’arcidiocesi di Matera-Irsina mira alla costituzione del Parco “Terre di luce” per offrire un turismo “religioso” che sia reale esperienza culturale e spirituale. In programma anche 78 eventi in 15 Comuni delle 6 diocesi lucane.

Crema
fisc Missione
Mons. Gianotti e il viaggio pastorale in Uruguay

Il vescovo di Crema e l’équipe che l’ha accompagnato (il vicario don Maurizio Vailati, don Francesco Ruini e il presidente della Commissione per la Pastorale missionaria Enrico Fantoni con la moglie) sono tornati dall’Uruguay. Catapultati dal caldo torrido (in Sudamerica è estate), al freddo della nebbiosa pianura. Sorridenti comunque e soddisfatti.

Chiesa
Cultura
Politica & società
Esteri

Approfondimenti

Commenti al Vangelo

Almanacco
ALMANACCO LITURGICO
La Messa del Giorno e la liturgia delle Ore di ChiesaCattolica.it
APP
Scarica l’app ufficiale della Liturgia delle Ore per Smartphone e Tablet
BIBBIAEdu

Accesso completo alle traduzioni CEI del 2008 e del 1974, alla Bibbia Interconfessionale, alla Nova Vulgata, all’Antico Testamento ebraico ed aramaico, che riproduce il Westminster Leningrad Codex, e al Nuovo Testamento greco, che presenta il Greek New Testament della Society of Biblical Literature.